Viridiana S.r.l.

via Castana,1 27050 Romagnese (PV)

CF: 02686530185

RAE: PV-293688

e-mail: info@viridianasrl.com

I fattori che inquinano l'ambiente in cui vivi

L'Agenzia Europea per l'Ambiente ha definito l'inquinamento atmosferico il principale fattore ambientale di rischio per la salute delle persone.
L'inquinamento dell'aria provoca ogni anno 670.000 decessi e l'Italia è tra i Paesi europei che registrano il maggior numero di morti, circa 80.000 ogni anno. 

E' come se ogni giorno si combattesse in tutto il mondo una guerra silenziosa, che non risparmia nessun essere umano.

La qualità dell'ambiente in cui viviamo e lavoriamo è condizionata da diversi agenti inquinanti. Eccone alcuni:

PM 10

Le particelle disperse nell'aria con diametro pari a 10 millesimi di millimetro. Le attività di combustione, i motori diesel, il traffico urbano e l'erosione del suolo sono tra le principali fonti di PM10. 

Questo tipo di polveri sottili può provocare gravi problemi cardio-respiratori, la diffusione dell'asma e delle bronchiti.

PM 2.5

Il particolato fine, con diametro inferiore a 2,5 millesimi di millimetro può penetrare nella profondità dei polmoni durante la respirazione. Il PM 2.5 è ritenuto un probabile fattore di rischio per l'insorgenza dei tumori.

Monossido di carbonio (CO)

E' un gas tossico, particolarmente pericoloso perchè inodore e incolore. E' il risultato di  fenomeni di combustione e tende a legarsi stabilmente con gli ioni ferro presenti nel nostro sangue, provocando intossicazioni che possono essere mortali.

Biossido di carbonio (CO2)

Noto anche come anidride carbonica, il biossido di carbonio deriva da processi di combustione artificiale ma anche dall'attività respiratoria degli esseri umani e degli animali o dai processi di fermentazione provocati da batteri. E' di fondamentale importanza per la vita e consente la fotosintesi delle piante. Tuttavia l'enorme quantità di CO2 prodotta oggi nel pianeta è la principale causa dell'effetto serra. La sua eccessiva concentrazione  negli ambienti chiusi può provocare mal di testa, aumento della pressione e della frequenza cardiache, perdita dei sensi e asfissia.

Composti organici volatili (VOC)

La sigla VOC (dall'inglese Volatile Organic Compounds) identifica numerosi tipi di molecole tutti caratterizzati da elevata volatilità, ovvero dalla capacità di evaporare facilmente nell'atmosfera a temperatura ambiente. Essi includono idrocarburi, ossidi di zolfo e azoto, formaldeide, pollini, microrganismi e altro... Le conseguenze di una prolungata esposizione ad ambienti con elevata concentrazione di queste particelle vanno da irritazioni e allergie fino all'insorgere di tumori.

Please reload